IN GRUPPO PER RISCOPRIRE SE STESSI

EudiaGRUPPI DI SOSTEGNOLeave a Comment

peants

peants

” Non si sa sempre riconoscere che cosa è che ti rinchiude, che ti mura vivo, che sembra sotterrarti, eppure si sentono non so quali sbarre, quali muri. Sai tu ciò che fa sparire questa prigione? Essere amici, fratelli, amare spalanca la prigione per potere sovrano, per grazia potente. Ma chi non riesce ad avere questo rimane chiuso nella morte” Vincent Van Gogh (1980).
Quanto intuito ed affermato da Van Gogh è confermato, come sostiene Olga Chiana in “Il bello di riscoprirsi umani” dalle neuroscienze: la nostra mente è relazionale e considerarla come un sistema chiuso e a sé stante è un errore della nostra cultura che causa infelicità e senso di solitudine. Per uscire da questo stato è importante la creazione di gruppi solidali che cooperano, gruppi in cui ci si rispetta, ci si ascolta e si vive in maniera consapevole l’importanza della condivisione di esperienze e di emozioni. In questo modo si riscopre il valore di se stessi e degli altri.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *